antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

domenica 29 gennaio 2012

Purè di patate



Il più buono e il più classico dei contorni. Probabilmente anche il più saporito e raffinato. E' perfetto per accompagnare carne e pesce di vario genere, può essere insaporito con formaggio grattugiato o rimanere semplice. Purtroppo il procedimento è sempre un pò lungo nei tempi e non so voi ma io odio profondamente pulire lo schiacciapatate, ecco perchè col tempo ho cominciato a provare un metodo veloce che conosce sicuramente bene chi possiede un bimby o altri robot che cuociono. Il procedimento consiste nel pelare e tagliare prima le patate, lasciarle cuocere nel latte e poi frullare il tutto.
Sotto scrivo entrambi i procedimenti.

Purè di patate

Ingredienti:

1 kg di patate
260 gr di latte circa
70 gr di burro
Una generosa macina di noce moscata
Una macinatina di pepe nero (facoltativo)
q.b. di sale

Procedimento classico:
1) Riempire d'acqua un tegame abbastanza capiente e immergere le patate, possibilmente della stessa dimensione. Unire un pizzico di sale e un filo di aceto (quest'ultimo servirà a rendere più gustose e digeribili le patate).
Portare a bollore e attendere circa 45 minuti costatandone la morbidezza con una forchetta

2) Scolarle e passarle sotto il getto d'acqua fredda per intiepidirle e pelarle quando sono ancora calde
3) Tagliarle a pezzetti e con l'aiuto di uno schiacciapatate ridurle in una purea da raccogliere nel tegame (sciacquato) in cui sono state cotte. Passarle 2 volte, in modo da ottenere un composto molto liscio
4) In un pentolino scaldare il latte
5) Unire al purè dadini di burro, sale, noce moscata e pepe. Riaccendere la fiamma e mescolare unendo a poco a poco il latte. Far sciogliere così il burro e arrivare ad ottenere un composto molto morbido. Regolatevi con il latte, potrebbe non servire tutto o potrebbe servirne di più (dipende dalla capacità di assorbimento delle patate)
6) Servire caldo o appena tiepido


Procedimento veloce:
1) Lavare le patate, pelarle e tagliarle a pezzettoni
2) Riempire un tegame con acqua minerale e latte (a voi la scelta sulle quantità) e immergere le patate. Portare i liquidi in ebollizione e controllare con una forchetta la cottura delle patate
3) Togliere parte dei liquidi che si reputano in eccesso, unire il burro, il sale e gli aromi e frullare il purè con un minipimer o con le fruste elettriche. Se serve riportare sul fuoco fino ad ottenere la giusta densità

Si impiegherà la metà del tempo e si sporcheranno meno stoviglie





Consigli:

- le patate possono essere preparate e schiacciate con largo anticipo e messe da parte, solo prima di servire conviene renderlo purè. Oppure se è avanzato basterà rimetterlo sul fuoco insieme a un pochino di latte bollente per riprenderlo, tornerà come appena fatto
- Il purè può essere insaporito e/o colorato con erbe aromatiche ad esempio il prezzemolo tritato finemente

3 commenti:

  1. Un classico contorno buonissimo!

    RispondiElimina
  2. Un classico che si sposa benissimo con ogni cosa!! Squisito. Buona domenica ^_^

    RispondiElimina
  3. una ricetta semplice ma buonissima! ormai è diffivile che qualcuno lo prepara a casa, davvero bravissima!

    RispondiElimina