antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

lunedì 18 giugno 2012

Mattonella palermitana


La mattonella è un classico nei bar di Palermo e dintorni, si trova accanto ai rollò con i wurstel, i calzoni-pizza, le pizzette, le ravazzate i calzoni fritti e al forno, le arancine. E' una sorta di brioche salata bassa, cotta su teglie rettangolari. Si chiama appunto mattonella per la sua forma piatta (suppongo). E' semplicemente buonissima! Il ripieno classico è costituito da sugo di pomodoro, prosciutto e mozzarella, ma naturalmente in casa si può fare in infiniti modi.
A farmi venir voglia di farla sono state Stefania e Cinzia, due bravissime blogger palermitane che hanno pubblicato la mattonella. La ricetta che segue è la più diffusa, la ricetta che ha sempre seguito mia madre. La mia variante è stata sostituire la farina 00 con la manitoba, che amo follemente. E' la ricetta base della rosticceria.
Proverò presto la variante di Cinzia che prevede un pò meno acqua e un pochino più di strutto. Per l'esecuzione ho però seguito il suo procedimento. Grazie ragazze!




Mattonella palermitana

Ingredienti per una teglia rettangolare standard (di forno da 60 cm):

Per l'impasto:
1 kg di farina manitoba (l'originale prevede farina 00)
500 gr di acqua
100 gr di strutto
100 gr di zucchero
30 gr di sale
10 gr di lievito di birra secco

Per condire:
250 gr di mozzarella
200 gr di polpa fine di pomodoro Cirio
200 gr di prosciutto (che io non metto)
Olio extravergine d'oliva
Sale
Zucchero
Origano

Altro:
1 albume
2 tuorli
Un goccino di latte
Semi di sesamo Melandri Gaudenzio


Procedimento:

1) Scaldare appena l'acqua (25°C)
2) In una ciotolina unire il lievito, un cucchiaino di zucchero preso dal totale e l'acqua. Mescolare e lasciar attivare il lievito per 3-4 minuti
3) In una ciotola da planetaria o normale versare la farina, unire l'acqua e il composto di lievito lasciando agire. Dopo un minuto unire lo strutto e successivamente lo zucchero. Impastare per 5 minuti, poi unire il sale e proseguire altri 5-6 minuti, fino ad ottenere un panetto perfettamente liscio e morbido
4) Far lievitare circa 2 ore, o comunque fino al raddoppio, dentro il forno chiuso e spento, coprendo la ciotola con un canovaccio umido o con della pellicola trasparente (nei mesi caldi la lievitazione è piuttosto veloce)
5) Preparare gli ingredienti: condire il pomodoro, a crudo, con olio, sale, zucchero e origano. Tagliare la mozzarella a fettine
6) Dividere l'impasto in due parti
7) Stendere la prima parte col mattarello conferendo una forma rettangolare
8) Trascinare il rettangolo su una teglia rivestita da carta forno e lasciar riposare 10 minuti
9) Condire con il pomodoro, l'eventuale prosciutto (che io non metto perchè non mangio) e le fettine di mozzarella
8) Spennellare i bordi con un pò di albume sbattuto
9) Con la seconda parte di impasto ripetere l'operazione, cioè con un mattarello spianare la pasta formando un rettangolo e posizionarlo sopra l'altro
10) Far lievitare ancora 30 minuti
11) Spennellare i tuorli sbattuti con un goccino di latte, e ricoprire bene la superficie
12) Spolverare i semi di sesamo
13) Cuocere in forno, già caldo, a 200° per 20-25 minuti, lasciando ben dorare la superficie



Note: la mattonella fotografata era stata sfornata diverse ore prima, ma dovreste vedere come fila appena sfornata. Mmmh!


E così partecipo al contest "Get an AID in the KITCHEN, second edition"organizzato dal blog "La cucina di Barbara"

26 commenti:

  1. che spettacolooooo!!!!! è proprio invitante!!!! ^_^

    RispondiElimina
  2. Deve essere buonissima! Voglio assolutamente provare a farla e, nel caso in cui non venga bene, passo da te a provarla ;-)

    RispondiElimina
  3. Yle, che telepatia!! :D Comunque concordo: non c'è niente di meglio di una bella mattonella! :) Baci

    http://latavolaallegra.blogspot.it

    RispondiElimina
  4. atterro a Palermo lunedì prossimo...quale scusa migliore per assaggiarla??
    buona settimana!
    Francesca

    RispondiElimina
  5. pensa che credevo fosse un semifreddo!!! divina!!

    RispondiElimina
  6. da buona lombarda non conoscevo questa bontà stra-sfiziosa...grazie per avermi aperto un mondo!!!!!!

    RispondiElimina
  7. che buonaa!!! questa proprio non la conoscevo e io sono appassionata di cucina siciliana! grazie:-)

    RispondiElimina
  8. fa venire un attacco di fame solo a guardare la foto!
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  9. da troppo non ne mangio...ottima

    RispondiElimina
  10. Fai bene a non mettere il prosciutto é già fantastica così.
    Baci, Mother.

    RispondiElimina
  11. una cosa meravigliosa!!! la devo fare quanto prima, se non altro delizio i miei uomini con questa bontà :-) baci e buon we

    RispondiElimina
  12. ed anche qui...tu mi turbi..ahahahahah..moooooooooooooolto..in bocca al lupo..^_^

    RispondiElimina
  13. questa non la conoscevo proprio! come tutta la rosticceria palermitana però credo sia davvero ottima!!

    RispondiElimina
  14. mmm buona mi piace proprio penso la farò in occasione del quinto compleanno del mio piccolo!!

    RispondiElimina
  15. che belle ricette! grazie mille per la tua partecipazione, le ho inserite tutte! un grande in bocca al lupo!
    barbara

    RispondiElimina
  16. Intanto piacere di conoscerti. Bellissima e buonissima questa mattonella! Mi piace molto il tuo blog!

    RispondiElimina
  17. posso mettere l olio d oliva a posto dello strutto

    RispondiElimina
  18. Da buon siciliano posso dire che questa ricetta è fantastica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, mi fa piacere che ti piaccia :))

      Elimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. la faro' domenica sera x mangiarla lunedi ... vi faro sapere e vedere come andra' ... un saluto da una trapanese residente in germania

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. la faro' domenica sera x mangiarla lunedi ... vi faro sapere e vedere come andra' ... un saluto da una trapanese residente in germania

    RispondiElimina