antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

mercoledì 23 maggio 2012

Mini strudel di ricotta e spinaci

Piatto e posate Ecobio Shopping


Mi piacciono tantissimo le cose monoporzione, si perde un pò più tempo a farle ma diventano più pratiche e gestibili una volta portate a tavola.  
Come tutto ciò che è fatto con la sfoglia anche questi mini strudel sono croccantissimi ed è bello il contrasto con la farcia morbida, un'accoppiata classica: ricotta e spinaci. 

Piatto e posate Ecobio Shopping 


Mini strudel di ricotta e spinaci

Ingredienti per 9 pezzi:
1 rotolo di pasta sfoglia
Spinaci (io ne ho usati 4 cubetti surgelati)
100 gr ricotta di pecora
3 cucchiai di parmigiano o grana grattugiato
Sale
Una macinatina di pepe nero
Una generosa macinata di noce moscata
1 uovo

Procedimento:
1) Cuocere gli spinaci in poca acqua, salarli e coprirli fino a renderli morbidi. Scolarli, raffreddarli sotto il getto dell'acqua e strizzarli per bene. Tagliarli con un coltello mezzaluna fino ad ottenere un trito sottile
2) In una padella versare un filo d'olio e unire gli spinaci e la ricotta. Regolare di sale, pepe, noce moscata. A fuoco spento unire il formaggio e mescolare per bene
3) Allargare appena con un mattarello la pasta sfoglia senza scaldarla
4) Ricavare delle strisce di circa 10 cm di larghezza e 12 cm di lunghezza (o a piacere vostro)
5) Riempire ogni rettangolo con un pochino di condimento posizionandolo come una striscia centrale
6) Chiudere gli strudelini piegando verso l'interno i 4 lati
7) Girarli e spennellarli con dell'uovo sbattuto
8) Concludere facendo delle piccole incisioni laterali con un coltello (io le ho fatte troppo lievi, ma incidendo meglio si ottengono in cottura le aperture tipiche dei mini strudel)
9) Cuocere in forno a 160° per circa 30 minuti
10) Far intiepidire e poi tagliare a metà ogni strudelino e servire

Piatto e posate Ecobio Shopping 

Ecco un pò di passaggi...

 Pennello in silicone Happyflex

 

Note: ho scoperto solo da poco, grazie a Montersino, l'importanza di cuocere la sfoglia ad una temperatura bassa, intorno i 160° contro i 190°-200°C. In questo modo la sfoglia è davvero tale, in cottura ogni strato si cuoce e gonfia, dorandosi perfettamente senza restare crudo in alcune parti perchè la cottura sarà più lenta e non brucerà subito in superficie.

Consiglio: si possono usare infiniti ripieni a base di funghi, zucchine, melanzane, peperoni, speck, pancetta, crema di ricotta e basilico ma anche con i formaggi. Insomma le combinazioni sono infinite.




E così partecipo al contest "Ricette da riempire",dall'antipasto al dolce" organizzato da Dau del blog "Cucchiaio e Pentolone"



 E al contest "Mangiamo in spiaggia?" organizzato dal blog "Nastro di raso"

18 commenti:

  1. Infatti proprio ieri ho visto per caso una puntata del programma della Parodi e cuoceva a 200° uno strudel di pasta sfoglia: quando l'ha tolto -a parte che non sembrava sfoglia dallo spessore- la pasta era tutta compatta e si vedeva un punto microscopico con un po' di sfogliatura.
    Altro che questi!!! Bravissima!

    Ah, prima o poi ti invierò la ricetta per "L'albero goloso"! A proposito: devono essere adatti ai bambini oppure no? Grazie! :)


    Alice
    http://operazionefrittomisto.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, grazie infinite. Eh io con la Parodi spesso ho fatto tante risate ma solo perchè vedo tante blogger che sono delle vere professioniste e poi vedo lei e noto tantissime differenze o passaggi sbagliati che con un pò di "studio" ed esperienza si impara a correggere. Per la raccolta non importa che il dolce sia adatto ai bambini, è una raccolta di dolci a 360°, possiamo inserire di tutto. L'importante è la presentazione fotografica dato che molte ricette verranno scelte appunto per l'ebook (io spero tutte).

      Elimina
  2. Buongiorno!! :) Ma lo sai che stamattina, mentre facevo colazone, stavo pensando proprio che è da tanto tempo che non faccio delle sfogline salate?! Le tue sono davvero belle (e sicuramente buonissime)! :) Baci e buona giornata!!

    http://latavolaallegra.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. Deliziosi, gonfi, bellissimi, una cottura della sfoglia perfetta!
    grazie della dritta proverò a cuocere a 160° la prossima volta:)
    bacioni
    Alice

    RispondiElimina
  4. che buoni che sono!
    io li facevo chiusi a mezzaluna!

    RispondiElimina
  5. perfettamente cotti...favolosi!

    RispondiElimina
  6. Ylenia i tuoi mini strudel sono deliziosi!! Fantastici in versione mini e grazie per il consiglio sulla temperatura con cui cuocere la sfoglia, da adesso la cuocerò sempre a 160°!!
    ps: volevo invitarti a partecipare al mio contest: http://www.cucinachetipassa.info/2012/05/arcobaleno-in-cucina-1-contest.html
    Spero di vederti partecipare con tante deliziose ricette! ^_^

    RispondiElimina
  7. farò tesoro del consiglio di Montersino, in effetti la tua sfogliatura è strepitosa!
    grazie per la ricetta, vado ad aggiungerla subito!

    RispondiElimina
  8. A quest'ora sono una visione celestiale :))

    RispondiElimina
  9. Belli questi regalini...( sembrano tali )sai li ho fatti anch'io domenica con zucchine peperoni e provola...ma li ho chiusi a triangoli...ottimi per antipasto...!!! brava..!!

    RispondiElimina
  10. Ah ma allora e' per quello che a me la sfoglia non e' mai venuta cotta bene...era la temperatura!!! grazie della dritta...e anche della ricettam questi saccottini sembra deliziosi, li vedo perfetti per un aperitivino in giardino :)

    RispondiElimina
  11. Buonissimi, anche a me piacciono molto le mono monoporzioni, sono molto più carine e comode!! un bacione

    RispondiElimina
  12. Molto sfiziosi e gustosi...grazie!

    RispondiElimina
  13. buonissimi...da mangiare in un solo boccone...mmmm, come ne vorrei uno adesso!!

    RispondiElimina
  14. mmm... è ora di pranzo e che acquolina a vedere queste bontà!

    RispondiElimina