antipasti
fingerfood
primi secondi insalate
contorni
lievitati dolci

martedì 26 aprile 2016

Bavarese ai tre cioccolati con glassa barry

Stampo in silicone Pavoni


Questa tipologia di torta di Montersino è stata la prima eseguita, ricordo ancora gli orribili risultati del primo tentativo di 5 anni fa, buona lo era ma bella... beh, proprio non direi. Col tempo l'ho provata più volte finendo col ridurre la dose originale di gelatina che a me non convinceva perchè amo più i dolci cremosi che budinosi e questa per me è la consistenza perfetta. Fatta e rifatta ultimamente riscuote tanti successi tra parenti e amici, la glassa poi... ha una resa eccezionale, non è di Montersino ma usata sui suoi dolci la trovo il top.





Stampo in silicone Pavoni



Bavarese ai tre cioccolati con glassa barry


Ingredienti per uno stampo da 18 cm  (h 4 cm circa)

Per il biscotto al cacao senza farina: (ho ridotto le dosi del 50%)
90 gr di albumi 
60 gr di tuorli
28 gr di cacao amaro in polvere
95 gr di zucchero semolato

Per le bavaresi: (ho ridotto le dosi originali del 40%)
240 gr di latte intero                                     
45 gr di zucchero semolato                                  
135 gr di tuorli                                           
9,6 gr di gelatina in fogli (l'originale ne prevede 10,8)                                
75 gr di cioccolato fondente (io al 70%)                   
75 gr di cioccolato al latte                               
75 gr di cioccolato bianco                                 
450 gr di panna fresca (divisa in 3 parti da 150 gr)       

Per la glassa Barry: (ricetta tratta da L'Enciclopedia del Cioccolato, ne avanza un po' ma è necessario per il glassaggio)
150 gr di acqua
125 gr di zucchero
175 gr di sciroppo di glucosio
100 gr di latte condensato zuccherato
13 gr di gelatina in fogli
150 gr di cioccolato fondente al 70%

Altro:q.b. di placchette di cioccolato
q.b. di granella di cioccolato



Procedimento

Per il biscotto al cacao senza farina:
In un tegame portare albumi e zucchero a 40-45°C mescolando continuamente con una frusta. Versarli in planetaria e montare fino ad ottenere una meringa lucida. A macchina spenta unire i tuorli amalgamando bene dal basso verso l'alto con una spatola e terminare con il cacao amaro setacciato. Distribuire il composto in una teglia rivestita da silpat o carta da forno, livellare con una spatola a gomito e cuocere in forno, modalità ventilata, a 220°C per circa 7-8 minuti. Far raffreddare bene, eliminare la carta da forno e coppare un anello da circa 16 cm (dipende dallo stampo utilizzato e dal montaggio che si vuol fare). Mettere da parte (o come nel mio caso, congelare, per poterlo maneggiare meglio).

Per le bavaresi:
Tritare al coltello i tre tipi di cioccolato, separatamente, e riporli in 3 ciotole. Idrarare la gelatina in acqua fredda. Preparare la crema inglese in un'unica volta: quindi in un tegame scaldare il latte, nel frattempo in una terrina mescolare i tuorli con lo zucchero. Unire il latte ormai caldo, mescolare e rimettere tutto sul fuoco. Mescolare continuamente con una frusta arrivando a 82-83°C. Trasferire il tegame in un bagnomaria di acqua fredda (in questa fase la crema scende intorno i 70°C) e inserire la gelatina ben strizzata amalgamandola in modo da farla sciogliere bene. 
Pesare e dividere la crema ottenuta in parti uguali, disponendole nelle ciotole con i 3 diversi cioccolati, mescolare ognuno velocemente. (Se la crema si fosse intiepidita e il cioccolato non riuscisse a sciogliersi del tutto poco importa, lasciarlo così com'è). 
Dividere la panna in 3 parti. Montare la prima parte lasciandola morbida, quasi semi colante. Amalgamare bene la prima ciotola con il cioccolato bianco riponendo al microonde se il cioccolato non si fosse sciolto bene (attenti a non scaldare troppo). A questo punto si sarà ottenuta una crema ben liscia, arrivati ai 30°C mescolare dentro la panna e amalgamare. Ecco la prima bavarese. 

Per il montaggio:
Adagiare lo stampo su un piatto o un vassoio. Colare la prima bavarese al cioccolato bianco sullo stampo in silicone lasciando che si livelli bene. Mettere in frigo o in freezer a rassodare. Dopo circa 15 minuti scaldare un attimo al microonde la base della seconda bavarese, ovvero quella al cioccolato al latte, una volta ottenuta una consistenza fluida ma non troppo calda unire la seconda parte di panna che nel frattempo è stata montata (anche questa dovrà essere colante). Colare sullo stampo, rimettere in freezer e dopo 20 minuti fare la terza bavarese, quella al cioccolato fondente, e ripetere la stessa operazione. Una volta trascorsi almeno 10 minuti adagiare sopra il disco di biscotto e mettere definitivamente in freezer a rassodare per almeno 8 ore. (Quando il dolce viene montato in un anello, senza essere poi capovolto, si inizia dalla bavarese al cioccolato fondente, poi al latte e infine bianco, così facendo il dolce NON ribaltato assume la stessa sequenza di questo della foto).

Per la glassa barry:
In un tegame portare ad ebollizione acqua, zucchero e sciroppo di glucosio. Togliere dal fuoco e versare il latte condensato. Una volta raggiunti i 65°C unire il cioccolato a pezzi e la gelatina precedentemente ammollata e ben strizzata. Emulsionare bene con il minipimer e filtrare la glassa ottenuta 2-3 volte. Far riposare in frigorifero una notte intera. (Se non si ha tempo si può filtrare e colare subito sul dolce, quando avrà raggiunto i 36°C).

Per la finitura: 
Smodellare il dolce dallo stampo e adagiarlo su una griglia su cui sotto poggia una ciotola. Scaldare la glassa, setacciarla e utilizzarla a 36°C esatti, colare sul dolce e scuotere leggermente la griglia in modo che l'eccesso possa cadere sotto. Facendo leva con una spatola prendere in mano la torta da sotto e distribuire alla base le codette di cioccolato, se si preferisce. Decorare a piacere e adagiare la torta su un piatto e lasciar scongelare in frigorifero per circa 8 ore prima di servire. 

Stampo in silicone Pavoni


Ed ecco il bellissimo stampo Bombee della Pavoni realizzato da Emmanuele Forcone, il campione del mondo di pasticceria. 





Talmente ci era piaciuta che ho deciso di rifarla dopo poco tempo...


4 commenti:

  1. Ma che bella!!!!! Bravissima.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Ma che bella!!!!! Bravissima.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  3. Complimenti è bellissima! Vorrei provare a riprodurla con lo stampo kit red tail della silikomart (24 cm) le dosi sono queste o aumento? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna! Non ho lo stampo di cui parli, lo conosco ma non so bene se le misure coincidano, se è da 18 cm andrà bene mantenere queste proporzioni.

      Elimina